In una delle prime fasi del mio apprendistato, don Juan affermò che l'obiettivo dei suoi insegnamenti era «mostrare come diventare un uomo di sapere».

Parten­do da tale affermazione, risulta evidente che diventare un uomo di sapere è un obiettivo operativo, così come è ovvio che ciascuna parte degli ordinati insegnamenti di don Juan era, in un modo o nell'altro, mirata al rag­giungimento di tale obiettivo.

In base alla mia argo­mentazione, definire «uomo di sapere» un obiettivo operativo è indispensabile per spiegare un determina­to «ordine operativo».

Perciò è lecito concludere che, per capire l'ordine operativo, è necessario comprende­re il suo obiettivo: uomo di sapere.

Dopo aver stabilito che «uomo di sapere» rappresen­ta la prima unità strutturale, mi è stato possibile ordi­nare con cognizione di causa i sette concetti che se­guono come le sue legittime parti costitutive:

(1) di­ventare un uomo di sapere è una questione di appren­dimento;

(2) un uomo di sapere ha un intento inflessi­bile;

(3) un uomo di sapere possiede la chiarezza men­tale;

(4) diventare un uomo di sapere richiede un duro lavoro;

(5) un uomo di sapere è un guerriero;

(6) di­ventare un uomo di sapere è un processo continuo;

(7) un uomo di sapere ha un alleato.

b2ap3_thumbnail_487949_544879095546644_1023229269_n.jpgQuesti sette concetti costituiscono i temi che ricor­revano negli insegnamenti di don Juan, determinando il carattere di tutto il suo universo conoscitivo.

Poiché l'obiettivo operativo dei suoi insegnamenti è quello di produrre un uomo di sapere, tutto ciò che insegnava era pervaso dalle caratteristiche specifiche di ciascun tema.

Insieme, danno vita al concetto di «uomo di sa­pere» come modo di agire, un comportamento che è il risultato di un lungo e pericoloso addestramento che, tuttavia, non è una guida al comportamento, ma un in­sieme di princìpi comprendenti tutte le circostanze non ordinarie relative alla conoscenza trasmessa.

Ciascun tema è a sua volta suddiviso in ulteriori con­cetti che coprono le sue diverse sfaccettature.

Le affer­mazioni di don Juan facevano supporre che un uomo di sapere avrebbe potuto essere un diablero, ovvero uno stregone di magia nera.

Egli dichiarò che il suo bene­fattore era un diablero, e che lui stesso lo era stato in passato, anche se in seguito aveva smesso di occuparsi di determinati aspetti legati a questa pratica.

Dal mo­mento che l'obiettivo dei suoi insegnamenti era mo­strare come diventare un uomo di sapere, e poiché le sue conoscenze riguardavano l'arte degli stregoni, po­trebbe esserci stato un rapporto intrinseco tra uomo di sapere e diablero.

Sebbene don Juan non avesse mai usato i due termini in modo intercambiabile, la proba­bilità di una loro connessione determina la possibilità teorica che il concetto di «uomo di sapere», insieme ai sette temi e alle unità costitutive, copra tutte le circo­stanze che potrebbero verificarsi nell'apprendimento dell'arte dei diabhros.

Diventare un uomo di sapere è una questione di apprendimento

Il primo tema lascia intendere che l'apprendimento sia l'unico modo per diventare un uomo di sapere, co­sa che a sua volta implica impegno e determinazione per raggiungere tale obiettivo: è il risultato finale di un processo, e come tale si differenzia da un'acquisizione immediata ottenuta per mezzo di un atto di grazia o di un conferimento da parte di poteri soprannaturali. Se è un processo plausibile, allora deve per forza esistere un sistema per insegnare a realizzarlo.

Il primo tema comprende tre unità costitutive:

(1) non esistono requisiti espliciti per diventare un uomo di sapere;

(2) esistono alcuni requisiti impliciti;

(3) è un potere impersonale che decide chi può imparare a diventare un uomo di sapere.

Apparentemente non c'erano condizioni esplicite che stabilissero chi era qualificato per l'apprendimen­to e chi non lo era: in teoria, il compito era aperto a tutti coloro che desideravano intraprenderlo; in prati­ca, tuttavia, questa posizione contrastava con il fatto che era don Juan, in qualità di maestro, a scegliere i suoi apprendisti.

Date le circostanze, qualsiasi maestro avrebbe sele­zionato i discepoli in base a qualche requisito implici­to.

La natura specifica di queste condizioni non venne mai dichiarata; don Juan accennò soltanto ad alcuni indizi che bisognava tenere a mente quando si valuta­va un potenziale apprendista.

Gli indizi a cui accenna­va avrebbero mostrato se il candidato aveva una certa disposizione caratteriale, che don Juan chiamava «in­tento inflessibile».

La decisione finale, tuttavia, veniva lasciata a un potere impersonale noto a don Juan, ma indipendente dalla sua volontà, che aveva il compito di indicare la persona giusta consentendogli di compiere un'impresa straordinaria, oppure creando un insieme di circostan­ze particolari che la riguardavano.

Per questo motivo, non c'era mai un conflitto tra l'assenza di requisiti espliciti e l'esistenza di condizioni implicite e segrete.

L'uomo che aveva superato la selezione diventava apprendista. Don Juan lo chiamava escogido, il «pre­scelto».

In realtà, era qualcosa di più di un semplice apprendista, perché, per il solo fatto di essere stato scelto da un potere, era considerato diverso dagli uo­mini normali.

Era già il destinatario di una dose mini­ma di potere, che sarebbe aumentata nel corso dell'ap­prendistato.

L'apprendimento, tuttavia, è un processo di ricerca continua e il potere che ha preso la decisione iniziale, o un potere simile, avrebbe stabilito anche se un escogi­do avesse potuto continuare a imparare o se fosse sta­to sconfitto.

Tali decisioni si manifestano attraverso alcuni segni che appaiono nel corso dell'insegnamento. Sono considerati segni tutte le circostanze particolari nel quale l'apprendista viene a trovarsi.

Un uomo di sapere ha un intento inflessibile

L'idea che un uomo di sapere avesse bisogno di un in­tento inflessibile si riferisce all'esercizio della volontà.

Avere un intento inflessibile significa possedere la vo­lontà di svolgere tutte le operazioni necessarie per man­tenersi costantemente entro i rigidi confini della cono­scenza trasmessa.

Un uomo di sapere ha bisogno di una volontà ferrea per sopportare il carattere vincolante di ogni azione compiuta nel contesto del proprio sapere.

PortaleL'obbligatorietà di tali azioni, così come la loro natu­ra inflessibile e precostituita, sono senza dubbio spia­cevoli per ogni uomo, e per questo motivo una minima dose di intento inflessibile è l'unico requisito implicito che un potenziale apprendista deve possedere.

L'inten­to inflessibile è suddiviso in :

(1) frugalità

(2) integrità di giudizio

(3) mancanza di libertà di innovare

La frugalità è una caratteristica indispensabile per un uomo di sapere, perché la maggioranza delle azioni obbligatorie ha a che fare con esempi o elementi che esulano dai confini della normale vita quotidiana, op­pure sono inconsueti per l'attività ordinaria, e l'uomo che agisce conformemente a essi deve compiere uno sforzo straordinario ogni volta che porta a termine un'azione.

Ne consegue che è necessario essere frugali riguardo a qualsiasi altra attività che non abbia direttamente a che fare con questo tipo di azioni.

Dal momento che esse sono precostituite e obbliga­torie, un uomo di sapere deve anche possedere inte­grità di giudizio.

Questo concetto non implica l'eserci­zio del senso comune, ma la capacità di valutare le cir­costanze relative al bisogno di agire.

Una guida per ta­le valutazione deriva dal mettere insieme, come giusti­ficazioni logiche, tutte le parti dell'insegnamento a di­sposizione in ogni momento in cui l'azione deve essere compiuta.

Di conseguenza, la guida cambia man mano che si imparano nuove cose, ma implica sempre la con­vinzione che ogni azione obbligatoria è, di fatto, la più appropriata in quelle circostanze.

Poiché tutte le azioni sono prestabilite e obbligato­rie, la loro realizzazione comporta la mancanza di li­bertà di innovare.

Il sistema di trasmissione del sape­re di don Juan era così ben strutturato da non lascia­re spazio ad alcuna modifica.


Read More

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Commenti (0)

There are no comments posted here yet

Lascia i tuoi commenti

Posting comment as a guest. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Visita il Nostro Negozio

Seguici su Facebook!