Blog di Camminidiluce

Diario di Pensieri, Insegnamenti, semplici impressioni della comunità di Camminidiluce

Lettera di un Nonno ai Nipoti prima di Morire

Lettera di un Nonno ai Nipoti prima di Morire
b2ap3_thumbnail_562994_538880439479843_1670491237_n.jpg

LEGGETELA E' UN INSEGNAMENTO PER TUTTI NOI.
"Cari adorati nipoti, la mia Rachele mi ha spinto a scrivere una lettera con qualche consiglio per voi, in cui raccontarvi le cose importanti che ho imparato nella mia lunga vita. L’ho iniziata a scrivere l’8 aprile 2012, alla vigilia del mio 72° compleanno.

Ognuno di voi è un meraviglioso dono di Dio, un dono per la vostra famiglia e per tutto il mondo. Ricordatelo sempre, soprattutto quando i venti freddi portati dai dubbio e dai momenti tristi arriveranno nella vostra vita.

Non abbiate paura...di niente e di nessuno. Inseguite i vostri sogni, non fatevi scoraggiare dalle difficoltà o da quello che può pensare la gente. Troppe persone non fanno quello che vogliono e poi passano la vita a giudicare quello che fanno gli altri. Evitare quei pessimisti acidi che vivono di “se” e di “ma”. Non fatevi condizionare. La cosa peggiore nella vita è guardare indietro e dire: “Avrei dovuto...Avrei potuto”. Prendetevi dei rischi, fate degli errori.

Tutti gli esseri umani sono uguali. Alcune persone possono indossare cappelli stravaganti o avere grandi titoli o avere (temporaneamente) un grande potere e per questo credono di essere superiori. Non credeteci. Hanno i vostri stessi dubbi, le stesse paure e le stesse speranze, mangiano, bevono, dormono e russano come tutti gli altri.

Fate un elenco di tutto ciò che volete fare nella vita: viaggi in luoghi lontani, imparare un mestiere o una lingua, incontrare qualcuno di speciale. Fate alcune di queste cose ogni anno. Non dite mai “Lo farò domani “. Non c’è un giorno “giusto” per iniziare qualcosa, ora è il momento giusto.

Siate altruisti andate nel mondo ad aiutare le persone, soprattutto i più deboli, i paurosi e i bambini. Ognuno porta dentro di sé un grande dolore e ognuno ha bisogno di compassione.

Continua a leggere
  1437 Hits

Cosa sto cercando? (di: Nathalie Delay)

Cosa sto cercando?  (di: Nathalie Delay)

È una domanda interessante che dovremmo porci regolarmente nel corso della nostra vita, soprattutto dopo che pratichiamo da qualche anno in una via spirituale.

Continua a leggere
  4518 Hits

Gli Analfabeti del Futuro

Gli Analfabeti del Futuro

La maggior parte delle persone credono che l’analfabetismo riguardi esclusivamente l’incapacità di leggere o scrivere frasi semplici… La prossima generazione di adulti analfabeti saranno coloro incapaci di deprogrammarsi e in generale di distaccarsi dal pensiero di massa, dalle opinioni tradizionali non riuscendo a pensarla in maniera alternativa. Dobbiamo renderci conto che ogni persona è responsabile della propria consapevolezza indipendentemente da quello che le è stato insegnato da altri.

I soggetti con maggior intelligenza emotiva hanno dei “filtri” migliori che impediscono il quotidiano lavaggio del cervello, progettato per indottrinare le menti deboli. Non sono così sensibili alla programmazione neurolinguistica nelle scuole, nella cultura mainstream, nei media, o nelle influenze sociali. Hanno maggiori capacità di sviluppare idee proprie, perché pensano di più con il cuore che con le menti.
L’istruzione non è solo un modo per ottenere un pezzo di carta che attesta i tuoi risultati, è anche il mezzo con cui si impara l’arte del vivere. Si può essere culturalmente e socialmente analfabeti del mondo, incapaci di pensare a se stessi, ma avere comunque una laurea.

 
La vera educazione consente di pensare, di scoprire i principi della vita e di valutare correttamente le nostre esperienze. L’educazione ci dà la possibilità di conoscere la differenza tra ciò che è realizzabile per il bene dell’umanità contrapponendolo al degenerato desiderio dei padroni che vogliono solamente ricchezza e potere. L’istruzione migliora i tuoi punti di forza e ti permette di eccellere in tutti i settori giusti che permettono lo sviluppo della tua unicità.

L’analfabetismo nei prossimi decenni sarà limitato a coloro che hanno delle menti limitate e robotiche, ovvero:

  • Coloro che basano la propria fiducia sul pensiero medico, che insiste sulla necessità di vaccinare i neonati, prescrivendo farmaci per ogni piccolo problema.
  • Coloro che sentono di dover obbedire ad ogni legge emanata dal governo, non importa quanto ridicola o contraria alla logica umana sia.
  • Coloro che trovano naturale l’intrusione del governo nella nostra vita privata.
  • Coloro i quali credono ancora che i governanti abbiano il nostro interesse a cuore.
  • Coloro che si illudono votando.
  • Coloro che trovano positivo limitare le armi da fuoco, quando, allo stesso tempo, bombardano paesi stranieri.
  • Coloro che accettano di buon grado i cibi geneticamente modificati
  • Coloro che vedono limiti ovunque, nelle risorse, come nel potenziale umano.

Queste sono le menti ristrette che non riescono a pensare fuori dagli schemi. Sono bloccati e ci vorrebbe un evento veramente importante per far concepir loro di essere ingabbiati.
Saranno gli analfabeti che dovremmo aiutare se sopravviveranno ai futuri eventi.

Perchè le generazioni future imparino ciò che la società è diventata, capiscano i veri problemi del mondo, e li risolvano, sarà necessario uscire dal paradigma educativo e crearne uno nuovo. Ciò comporterà una deprogrammazione e una descolarizzazione sistematica di tutti i bambini nelle nazioni sviluppate.

Continua a leggere
Taggati su:
  2056 Hits