Luna

Luna

Questa notte sono uscito a volare nella nebbia,

il mio ventre sfiorava la palpitante terra,

scivolavo di miele sulla sua pelle,

abbandonai alle spalle il tempo,

dopo una lunga attesa durata forse un momento,

e sono solo, disperso, libero nel silenzio,

cullato dal mistero di un nuovo evento.

 

Mi sento pieno, trasparente,

vuoto, limpido come il cielo,

Falco d’inverno

incontrastato signore del vento,

e cristallo di ghiaccio,

seme fecondato da un ululato,

Lupo solitario

nel dialogo con la mia sempre presente,

lontana amata.

 

Dario 30/11/1991 alla Luna

Vota:
Nel parco con Dio
Dovrebbe essere grato chi dà
 

Commenti (0)

There are no comments posted here yet

Lascia i tuoi commenti

Posting comment as a guest. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Visita il Nostro Negozio

Seguici su Facebook!