Blog di Camminidiluce

Diario di Pensieri, Insegnamenti, semplici impressioni della comunità di Camminidiluce

La Dea dell'Alba

Dea dell'Alba

La Dea greca dell'Alba, Eos (Aurora romana), è considerata una divinità straordinariamente antica, risalente alla prima lingua parlata nel bacino indoeuropeo, che costituisce la radice della maggior parte delle lingue ora parlate nel mondo occidentale e in India.

Continua a leggere
Taggati su:
  696 Hits

Asherah, parte III: la Signora dei Leoni

stele_of_qadesh_upper-frame2

In questi giorni una donna nuda che tiene un serpente e cavalca un leone non è la prima immagine che viene in mente quando si pronuncia la parola "santo". Tuttavia, questo è esattamente il titolo della dea al centro dell'immagine sopra. Questo particolare esempio è egiziano, ma questa è una dea cananea (pre-israelita) dell'età del bronzo, che è rappresentata più o meno allo stesso modo in tutta la regione fino alla Siria in quel periodo di tempo.

Continua a leggere
  541 Hits

Asherah, Parte II: la sposa del serpente

The_Serpent_eve

Il mondo è buono o cattivo? Chi ci ha creati e perché? Queste sono alcune delle domande su cui antichi miti e religioni tentano di rispondere. E le risposte contano. La credenza in una dea che è personificata da Madre Natura è diversa dalla credenza in un creatore guerriero geloso e vendicativo.

Continua a leggere
  561 Hits

Asherah, parte I: la sposa perduta di Yahweh

asherah02

La adoravano sotto ogni albero verde, secondo la Bibbia ebraica (ciò che i cristiani chiamano l'Antico Testamento). La Bibbia ci dice anche che la sua immagine si trovata per secoli nel tempio di Salomone, dove le donne tessevano le tende per Lei. Nel tempio e nel bosco, la sua immagine apparentemente era di legno.

Continua a leggere
  594 Hits

La Stella del mare

La_Nudit_Divina

Afrodite, Dea dell'Amore, la più bella di tutte le dee della Grecia ha un'origine insolita. Era nata dal pene del cielo quando cadde in mare. Il pene in questione apparteneva a Urano, la divinità che era il cielo personificata, ed è atterrato in mare non casualmente.. Fu interrotto da suo figlio Cronus, che in seguito divenne il dominatore di tutte le cose. (Cronus sarebbe stato successivamente deposto da suo stesso figlio Zeus).

Continua a leggere
  529 Hits

Theotokos: come la Dea Madre è diventata Maria

Tantra_196

Maria diventa Madre di Dio: l'anno 431 d.C. fu un momento importante nella storia della Regina del Cielo. Quello è l'anno in cui i padri della chiesa, riuniti ad Efeso nell'odierna Turchia, dichiararono ufficialmente che Maria è Theotokos, letteralmente, in greco, colei che diede alla luce Dio.

Continua a leggere
  794 Hits

Le Origini del Natale

Le Origini del Natale

Alla fine del III° secolo della nostra era si celebrava il 25 dicembre una festa istituita da Aureliano, che fu imperatore dal 270 al 285 D.C., il "dies natalis Solis Invicti", il Natale del Sole Invitto, ovvero la rinascita sull'orizzonte del nuovo sole che era simbolicamente morto al solstizio d'inverno, cioè era giunto al punto più basso dell'orizzonte, ma che già  il 25 era risalito percettibilmente sull'orizzonte, cioè era "rinato" e diventava  "invincibile" (invictus) sulle tenebre nelle quali era parso sprofondare poco prima.

Continua a leggere
  304 Hits

Tara Verde la Madre di tutti i Buddha

Tara Verde la Madre di tutti i Buddha

L’aspetto principale di Tara è Tara Verde, la cui attività fondamentale è quella di proteggerci dalla paura e dai pericoli.
Tuttavia esistono numerosissime altre forme di Tara.
Così, oltre a Tara Bianca, abbiamo le 21Tara (corrispondenti ad altrettante strofe della “Lode in 21 omaggi”) e le 8 Tara (ciascuna delle quali protegge da una delle 8 grandi paure). Queste diverse forme non sono delle divinità diverse, ma differenti aspetti assunti dalla medesima divinità secondo le circostanze.
Altre divinità sono talora considerate sue espressioni, cioè aspetti di Tara.

Continua a leggere
Taggati su:
  2106 Hits

La Grande Madre e la Vergine Maria

La Grande Madre e la Vergine Maria
b2ap3_thumbnail_Tantra_059.jpg
b2ap3_thumbnail_Tantra_037.jpg
b2ap3_thumbnail_Danza_dell_Anima_010_n.jpg

La prima rappresentazione divina affacciatasi all'umanità, ebbe le sembianze di una figura femminile. La Dea Madre onnipotente rappresentò il principio generatore dell'universo, in grado di controllare la vita e la morte.

La rigenerazione avveniva tramite attributi tipici del femminile: la capacità di generare, accudire e nutrire, non solo la vita umana, ma anche quella dell'intero pianeta e del cosmo.Nelle civiltà antiche, inoltre, la donna costituiva l'elemento chiave per la sopravvivenza el'organizzazione sociale della comunità.

Da un attento studio delle culture preistoriche euro-asiatiche, si evince che la potenza e la forza procreatrice dell'universo, era incarnata dall'immagine di una donna e, il suo potere di generare e proteggere, era simboleggiato da attributi femminili.

Per moltissimo tempo, infatti, dal 30000 al 3000 a.C., l'umanità ha basato la propria religiosità, sul  concetto di "Dea Unica", figura che, secondo gli studi sull'archetipo primordiale, deriva dall'archetipo dell'Uroboro, l'immagine del serpente circolare che si morde la coda. Tale archetipo contiene in se la tipica dualità simbolica, costituita da elementi positivi e negativi, e rappresenta il "Grande Cerchio", in cui coesistono elementi femminili e maschili da cui, in un secondo tempo, si estrapolarono le figure del "Grande Padre" e quella della "Grande Madre".

L'Uroboro rappresenta, quindi, l'archetipo primordiale indifferenziato che, manifestatosi nella coscienza, è arrivato, attraverso l'elaborazione degli elementi simbolici in esso contenuti, alla prefigurazione della Grande Madre. Quest'ultima è costituita da elementi antitetici, la madre buona e quella terribile, e può agire in modo opposto: positivo, quando offre protezione, nutrimento e calore; negativo, quando si rifiuta, attraverso la privazione, di elargire il suo nutrimento.

Continua a leggere
  1974 Hits