Pier Giorgio Caselli - Intuire Chi veramente siamo

44
by Dario Bernardi, 7 months ago
3 0
http://www.anima.tv - Intervento di Pier Giorgio Caselli a “Dialoghi sulla Coscienza" (15-16-17 aprile 2016, Villa Bertelli – Forte dei Marmi), organizzato da Simona Barberi Eventi.

Tra gli argomenti del video:

L'ego si attacca ai fenomeni del paranormale e al piacere di stupire gli altri.

Può la fisica arrivare a comprendere la coscienza?

L'intuizione riguarda i geni, ma i geni spesso erano i meno bravi a scuola.

Cos'è l'intuizione? Possiamo potenziare il processo intuitivo?

L'intuizione è spesso associata alla risoluzione dei problemi.

Ciò che differenzia una macchina da un essere umano è il fatto che quest'ultimo possiede intuizione: la capacità di andare oltre le nozioni apprese.

Intuire cose nuove è ciò che una macchina non potrà mai fare.

Una mente più quieta, più vuota, meno attaccata alle informazioni, e più è intuitiva.

L'essenza dell'intuizione è generare pace e gioia. Chi segue la propria intuizione, intuisce il senso della sua esistenza, la verità.

L'essere nel presente oggi è molto frainteso.

il 99,99% della materia è vuoto.

Quando misuriamo qualcosa, noi misuriamo quello che rileviamo con gli strumenti, cioè la parte materiale, ma non il vuoto.

La fisica può occuparsi solo di ciò che è la materia e non del vuoto. Significa che la fisica può dire qualcosa solo sullo 0,001% della materia.

Domanda: è possibile che quel vuoto sia la coscienza?

Il Kena Veda riporta:

Ciò che non può essere visto con gli occhi, ma per cui gli occhi possono vedere: sappi che quello solo è Brahma, lo Spirito, e non quello che la gente qui adora. Ciò che non può essere ascoltato con le orecchie, ma per cui le orecchie possono ascoltare: sappi che quello solo è Brahma, lo Spirito, e non quello che la gente qui adora... Ciò che non può essere pensato con la mente, ma per cui la mente può pensare: sappi che quello solo è Brahma, lo Spirito, e non quello che la gente qui adora.

Le Antiche Scrittura parlano di una coscienza senza forma, parlano del vuoto.

Guardando il cielo stellato, non posso vedere il vuoto fra le stelle, ma posso intuirlo.

Se posso vedere solo le stelle e gli elettroni, quando guardo i miei pensieri e le mie emozioni, sto vedendo solo quello che ho o quello che sono?

Ho delle idee, delle emozioni, ma chi sono io?

In realtà non possiamo capire la natura della realtà, ma possiamo solo intuirla.

Nell'aura di una persona ci sono i suoi pensieri e le sue emozioni.

È inutile parlare di pace a oltranza se la propria emanazione è di odio e rabbia. È molto più importante toccare la pace e quindi emanarla.

Per essere intuitivo devo avere un contatto profondo con me stesso e non ripetere parole in continuazione.

La spiritualità non è avere pensieri "carini", quello è moralismo. E conoscere te stesso è un'altra cosa.

"Qui e ora" non significa essere liberi di fare qualunque cosa ci va di fare sul momento.

Il qui e ora è la percezione del contenitore del tempo senza tempo. Il qui e ora è l'assenza del tempo. Il momento, l'adesso, è senza tempo.

La rivoluzione silenziosa è emanare la propria realizzazione senza parlarne con un microfono in mano.

Un'opinione può essere cambiata. Un'intuizione è qualcosa che ti appartiene veramente.

*

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: http://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: http://anima.tv/netiquette/

*

Visita il Nostro Negozio

Seguici su Facebook!